AlpWeek_Logo_1AlpWeek_Logo_2AlpWeek_Logo_3AlpWeek_Logo_4AlpWeek_Logo_5AlpWeek_Logo_blue_deAlpWeek_Logo_blue_enAlpWeek_Logo_blue_frAlpWeek_Logo_blue_itAlpWeek_Logo_blue_sl

Programma

3 aprile I SettimanaAlpina Intermezzo (solo su invito)

L’evento inizierà il 3 aprile con una discussione (partecipazione solo su invito) sulle sfide attuali e le prospettive future della regione alpina in materia di utilizzo del territorio, cambiamenti climatici e mobilità. L’esito di questo scambio sarà presentato il giorno successivo alla Conferenza delle Alpi.

14:00-14:15 Benvenuto e introduzione

14:20-15:05 Istanza 1: valorizzare il paesaggio – non svenderlo!
Solo una minima parte dello spazio alpino è idonea per insediamenti, infrastrutture o per l’agricoltura intensiva. Questo si traduce in continui conflitti di interessi e in una serie di rischi per queste ultime riserve naturali, uniche nel loro genere. Come possiamo affrontare una tale
situazione, che viene ulteriormente esasperata dalla forte domanda presente in queste aree?

15:15-16:00 Istanza 2: se si desidera affrontare il cambiamento climatico, occorre farlo a tutti livelli
La cooperazione a livello regionale e internazionale può contribuire in modo significativo ad una riduzione più incisiva delle emissioni di gas serra, moltiplicando l’effetto delle misure adottate da singoli Stati, regioni, città o aziende. Come si possono potenziare l’azione e la cooperazione a livello locale per una riduzione delle emissioni nel più breve tempo possibile?

16:10-16:55 Istanza 3: Trasferire su tutto l’arco alpino soluzioni di mobilità efficaci
Per le loro caratteristiche topografiche e meteorologiche, le zone montane sono particolarmente penalizzate dagli effetti dell’intensificarsi del traffico. Il limite di capienza è già stato raggiunto in diverse località. Occorre sviluppare nuove e intelligenti modalità di trasporto per ridurre la pressione a carico della popolazione, tutelando al contempo il nostro
livello di benessere ma senza ampliare ulteriormente le nostre reti stradali.

17:00-17:45 Discussione plenaria finale e conclusioni

19:00 Ricevimento ufficiale della Convenzione delle Alpi (Hofburg)

 

4 aprile I SettimanaAlpina Intermezzo (sessione aperta al pubblico)

Il 4 aprile presenteremo keynotes e storie ricche di ispirazione sul tema “Domani nelle Alpi”. Seguirà un mercato dei progetti interattivo.

09:00-09:15 Benvenuto e introduzione da parte della Presidenza austriaca della Convenzione delle Alpi

09:15-09:50 Keynote 1: Lois Hechenblaikner
Delirium Alpinum. Immagini incisive e storie piccanti dalle montagne

09:55-10:15 Keynote 2: Natael Fautrat
La favolosa storia delle Alpi di domani

10:15-11:15 Illustrazione di progetti in stile Pecha Kucha per spiegare la storia di “Domani nelle Alpi” e presentare gli stand del mercato

11:15-12:15 Scambio di opinioni e discussione prendendo un caffè tra gli stand

12:15-13:00 Approfondimenti e prospettive: Plenaria finale e poetry slam conclusivo con Markus Koschuh

 

Mercato dei progetti

Interventi per migliorare la qualità della vita nei comuni alpini!
Avvalendosi dello strumento di pianificazione sociale SPI (progetto Interreg PlurAlps dello Spazio Alpino), è possibile rilevare e migliorare la qualità della vita dei comuni.
Organizzatore: Alleanza nelle Alpi

La Green Economy nella regione alpina
Le Alpi come regione pilota per garantire condizioni di vita a impatto climatico zero.
Organizzatori: CIPRA Internazionale, blue!, Spatial Foresight

Rafforzare il pluralismo nello Spazio Alpino!
Immigrazione e diversità sociale come opportunità di sviluppo locale (progetto Interreg PlurAlps dello Spazio Alpino).
Organizzatore: CIPRA Internazionale

Partenariato Alpino per Azioni Locali sul Clima (ALPACA)
Il contributo dei comuni alla lotta e all’adattamento ai cambiamenti climatici nella regione alpina.
Organizzatori: CIPRA Internazionale, Città alpina dell’anno, Alleanza nelle Alpi

Uno per tutti – L’acqua come fonte di conflitti nelle Alpi: il caso del fiume Inn
I fiumi alpini devono far fronte a molteplici, e spesso contrastanti, interessi per quanto riguarda il loro utilizzo e la loro tutela. L’Inn, che attraversa tre paesi, costituisce un esempio non solo di conflitti ma anche di strategie per individuare soluzioni.
Organizzatori: ISCAR, WWF

Riconoscere, preservare e valorizzare il patrimonio naturale!
Rafforzare la diversità naturale della regione alpina tramite i progetti speciAlps e UrbaBio e trasformare l’esperienza della natura in un’esperienza quotidiana.
Organizzatori: CIPRA Internazionale, Città alpina dell’anno, Alleanza nelle Alpi

Costruire e riqualificare gli edifici nelle Alpi
I più recenti standard per case passive. Edifici storici in cerca di nuove destinazioni d’uso: Constructive Alps e Tour des Villes illustrano le numerose declinazioni di un approccio sostenibile all’edilizia e alle nuove destinazioni d’uso degli edifici storici nelle Alpi.
Organizzatori: CIPRA Internazionale, Città alpina dell’anno

Le attese dei giovani per un avvenire nelle Alpi
Progetti quali GaYA (programma Interreg Spazio Alpino) e Youth Alpine Interrail promuovono la partecipazione attiva dei giovani nelle Alpi e consentono di comprendere meglio ciò che conta per giovani cittadini e visitatori delle Alpi. La mobilità sostenibile e accessibile rappresenta una delle loro principali esigenze.
Organizzatori: Città alpina dell’anno, CIPRA Internazionale

Protezione della natura incontaminata
Le campagne “Soul of the Alps” e “Our Alps” evidenziano il valore e l’importanza della natura incontaminata delle Alpi, come anche i rischi cui è esposto questo spazio naturale e culturale unico nel suo genere.
Organizzatori: WWF, ÖAV, Naturfreunde Österreich, DAV, AVS

 AlpES webGIS
Uno strumento del progetto Interreg AlpES dello Spazio Alpini per la visualizzazione dei servizi ecosistemici alpini.
Organizzatore: ISCAR

> Programma (PDF)